Racing Motorcycle

Antonio Balsemin – antobalse@gmail.com
Degree in Automation Engineering

Francesco Scotton – scottonf@dei.unipd.it
Degree in Automation Engineering

The aim of this project is to create a racing motorcycle and perform simulations of acceleration and braking with LMS Virtual Lab software modeling.

Modello Geometrico

La prima fase del progetto è stata quella di ricercare un po’ nel web qualche immagine per avere un’idea di come realizzare la moto. Si è deciso di partire dallo “scheletro” della moto: forcella, telaio, forcellone e manubrio. Seguendo quindi qualche foto del  web,

      

e il nostro gusto personale sono state realizzate le seguenti parti:

Per velocizzare la realizzazione della moto sono stati utilizzati i modelli di motore,ruote e ammotizzatore posteriore già pronti.
Dopo aver assemblato la moto inserendo i giunti opportuni, si è pensato un po’ all’estetica della moto aggiungendo serbatoio, sella, codino posteriore, scarico e pedaline ispirandosi alle moto naked presenti nel mercato (es. Buell o Ducati).
Il risultato complessivo è riportato nella figura seguente. Per rendere le simulazioni più vicine alla realtà si è voluto aggiungere anche un manichino:

Sospensioni pneumatici e trasmissione

Per modellare l’effetto delle sospensioni anteriori e di quella posteriore sono state utilizzate le forze TSDA (Translation Spring Damper Actuator Force Element) che il software mette a disposizione.  Analogamente per il modello dei pneumatici si è utilizzato il Simple Tire Model offerto da LMS.
La trasmissione a catena è stata invece realizzata considerando le forze in gioco nella trasmissione.  Si è quindi inserita una forza di trazione (arancio in figura) e due forze uguali opposte (tensione della catena, rosse in figura)  agenti nella corona e nel pignone (cerchietto bianco in figura):

Comments are closed.